L’emergenza traffico è terminata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedInShare with friendsPrint this pagePrint this page

L’emergenza traffico è terminata.

L’ordinanza di trasferimento delle attività alla amministrazione

ordinaria non arriva.La rendicontazione nemmeno. Perchè

nessuno  ne parla? Se lo domandano  100 associazioni.

Il 31 dicembre  è terminato lo stato di emergenza relativo al traffico  

della città di Roma.Ma nessun romano  se n’è accorto!! Per sei anni ,

dal settembre 2006,  Roma ha avuto il privilegio di avere un commissario,

prima Veltroni e poi Alemanno, all’emergenza traffico. Sono stati  elaborati

   piani per le infrastrutture ed i parcheggi,istituita una complessa organiz

zazione articolata su  soggetti attuatori,Comitato di coordinamento delle

attività emergenziali,  Ufficio Emergenza traffico e mobilità, consulenze 

tecniche e giuridiche,dipendenti comunali i cui costi non sono noti.

Questa struttura   avrebbe dovuto garantire la realizzazione,prima, di 389

interventi e poi di  471con  l’inserimento  di opere di manutenzione stradale

ordinaria e straordinaria  effettuate  dal commissario Alemanno nel 2009 e

2010. Queste opere avrebbero dovuto consentire il  “ miglioramento signifi

cativo  e  rapido  della  situazione  in  atto  e  favorire il ripristino delle

normali condizioni di vita”previsto dalla ordinanza di nomina.

Nella conferenza stampa del 30 novembre scorso le 100 associazioni hanno

reso pubbliche, dopo 146 giorni di insistenze e sollecitazioni, le  realizzazioni

  a fine marzo 2012 oscillanti tra un decimo ed un quinto del previsto.

Nel contempo i costi da congestione traffico si sono raddoppiati (da 1,4 a

2,8 miliardi di €),gli spostamenti con veicoli privati sono passati dal 50,5%

del totale nel  2008 al 66,5% attuale,l’inquinamento è fuori dai limiti di legge

ed i morti per incidenti stradali sono quasi 200 l’anno. Roma è  terza nella

classifica fra le città europee più congestionate con un tempo medio di ritardo

di 42 minuti per   ora di guida nei periodi di picco,ben prima di Parigi e Londra

ma anche di Milano,Napoli e Torino.

Le 100 associazioni   si rivolgono all’opinione pubblica ed ai  partiti per richiedere

  il recupero  di principi di sana amministrazione, trasparenza e  di  osservanza

  delle norme attraverso :

-La pubblicizzazione della rendicontazione economica e finanziaria nel

confronto fra i piani iniziali  e le realizzazioni  di fine  2012:quali vantaggi

e quali costi per i cittadini romani?

- L’individuazione delle responsabilità   per le mancate realizzazioni.

E’ possibile che in 6 anni nessuno se ne sia accorto?

-L’ immediata  emanazione da parte del Dipartimento della protezione

civile della ordinanza di trasferimento delle attività emergenziali alla amministrazione

ordinaria. Ai sensi della vigente normativa l’ordinanza che  avrebbe dovuto essere

emessa  10 giorni prima della scadenza  della emergenza, cioè  il 21 dicembre  2012.

Perchè questo ritardo in violazione di legge?

Di fronte a questo finora incontestato fallimento della esperienza  commissariale 

il terzo decreto di attuazione della legge per Roma Capitale prevede l’attribuzione 

al sindaco di poteri speciali in tema di traffico e mobilità sulla base di un piano

approvato dal Consiglio dei Ministri.

A  questo  tentativo di utilizzare  strumenti emergenziali  per operare senza controlli,

dei corridoi per la mobilità pubblica del piano emergenziale del 2006  l’unico realizzato

(Anagnina) è sotto inchiesta, le 100 associazioni, ora diventate 120 con l’adesione

della rete “Carte in regola”,  richiedono l’apertura di un pubblico dibattito sulla esperienza

 conclusa  e di  avviare una discontinuità nella gestione della mobilità nell’area metropolitana,

superando le vergognose difese di competenza delle diverse amministrazioni con la costitu

zione di un unico ente di programmazione della mobilità per l’intera regione, adeguando

uffici e società comunali ad un livello minimo di efficacia e capacità gestionale e realizzativa,

chiamando tutte le parti sociali interessate  alla redazione di un piano della mobilità

che assicuri  il diritto ad una  mobilità per tutti, fondata sul trasporto pubblico, e la

intermodalità, la piena  trasparenza dell’azione dell’amministrazione (tutti i dati e provvedi

menti sul sito Internet), la partecipazione dei cittadini alle scelte e alle decisioni assunte sulla

base di precisi criteri ed indicatori.

Positivamente, l'aspetto più importante che è considerato mentre ordinare farmaci online è quello di fare una scelta giusta. Alcuni farmaci sono famosissimo. Altri lavori per particolari malattie come il cancro ai testicoli. Kamagra è un farmaco ideale per aiutare gli uomini a mantenere l'erezione. Molti pensano "http://kamagra-online24.com/it/". Forse ogni uomo sa almeno qualcosa su "Kamagra da India". Non dimenticare, pensare "Comprare Kamagra Online 50mg". Ma soprattutto problemi di salute sessuale possono essere trattati. Perharps già sentito che ogni farmaco ha effetti collaterali. Il fattore molto importante che deve essere sicuro che quando si ottiene rimedi come Kamagra on-line, si ottiene vero e proprio farmaco. Alcuni dei siti web offrono falsi potenzialmente pericolosi.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

News Mobilità

News Ambiente